Comune di San Sperate - Comunicazione - 109/2020

Nuovo caso di positività al Covid-19 a San Sperate

Oggetto: Nuovo caso di positività al Covid-19 a San Sperate

Anno
2020
Settore
Istituzionale
Tipo
Comunicazione
Numero
109
Data Inizio Pubblicazione
05/10/2020
Data di scadenza
Validato e pubblicato da
Enrico Collu

Oggi è arrivata la conferma ufficiale di un nuovo caso di positività al Covid-19 a San Sperate, si tratta dell'ottavo caso in vigenza dalla fine del lock down.

Sono dunque otto le persone che risultano alla data attuale ancora positive al virus, anche questo caso NON è riconducibile al matrimonio finito recentemente alla ribalta dei media e interessa comunque uno dei nuclei precedentemente indicati. La buona notizia è che non è in atto un'ulteriore diffusione su altri nuclei del covid-19 e che, anche in questo caso, il soggetto non presenta problemi di salute, è isolato nel proprio domicilio e sta bene.

Preannuncio che sto aspettando l'ufficialità di almeno tre guarigioni (che mi auguro arrivi in settimana). Infatti alcuni soggetti in questi giorni scorsi sono stati sottoposti a diversi tamponi e, per tutti, l'esito è stato negativo. Rimane quindi da aspettare solamente la comunicazione formale da parte dell'ATS.

La situazione generale continua a necessitare da parte di tutti noi di una grande e costante attenzione nei comportamenti e nel rispetto delle indicazioni di contenimento del virus.

Tutte le persone che sono state individuate con positività sono state messe in isolamento fin da subito e le verifiche con le cerchie di persone più vicine alle stesse attuate e altre sono in corso. Proprio da queste verifiche si stanno rivelando i nuovi casi di positività che, ribadisco, riguardano più o meno alcuni dei nuclei precedentemente interessati senza che per ora ci sia evidenza di una diffusione incontrollata del Covid nel nostro paese.

Per cui vi invito a rimanere tranquilli e a osservare con solerzia le disposizioni contenute del DPCM e nelle ordinanze Regionali in vigore a tutela della nostra salute.

Alcuni compaesani mi hanno domandato se fosse vera la voce che circola sulle intenzioni da parte del sottoscritto di chiudere o limitare le attività nel nostro paese. Preciso che queste voci non hanno alcun fondamento, non ci sono al momento le condizioni per attuare ordinanze Comunali maggiormente restrittive di quelle nazionali e regionali in vigore. Ovviamente sappiamo tutti che la situazione a causa di questa emergenza è mutevole e potrebbe cambiare repentinamente. Come già accaduto nei mesi del lock down, in questo caso eventuali azioni saranno concordate con gli interessati, pubblicizzate e comunicate preventivamente in modo trasparente e chiaro che non si dia adito a interpretazioni mendaci. 

Alcuni suggerimenti

Se avete partecipato a eventi dove si è accertato la presenza di positivi al Covid-19 e l'ATS NON VI HA CONTATTATO significa che non siete nel primo giro di persone che si presume possano essere state contagiate, se questo non vi fa stare tranquilli o crea problemi nell'ambito familiare o lavorativo potete:

 - mettervi in isolamento volontario anche se non esiste l'obbligo;

- anche se non avete nessun obbligo di quarantena verificate almeno per un periodo simile (14 giorni) il vostro stato di salute costantemente;

- evitate di entrare in contatto diretto con persone anziane o ragazzi che vanno a scuola nell'ambito del possibile o comunque utilizzate con molta attenzione i dispositivi di protezione individuale;

- evitate di frequentare i locali pubblici, utilizzate il più possibile la mascherina e l'igienizzazione delle mani;

- per una maggiore tranquillità potete fare un test sierologico, potete farne uno subito e uno dopo 14 giorni per maggior sicurezza;

- se si dovessero manifestare sintomi come febbre, tosse secca, difficoltà respiratorie, contattate immediatamente il vostro medico o pediatra.

In particolare in caso si verificasse l'ultimo punto per informazioni chiamate il numero verde dell'ATS 800311377 (tutti i giorni dalle 8 alle 20), per le emergenze il 118.

IMPORTANTE -----> NON RECATEVI AL PRONTO SOCCORSO.

Per informazioni generali contattate la Protezione civile regionale al numero 800 894 530 (tutti i giorni dalle 8 alle 20) o scrivete a urp.emergenza@regione.sardegna.it

IL Sindaco

Enrico Collu

 

Torna all'elenco

Attenzione!
Per l'utilizzo (visualizzazione, stampa, ricerca, etc.) dei documenti pubblicati, è necessario avere installati sul proprio computer, gli appositi programmi di visualizzazione. Per poterli scaricare liberamente è sufficiente portarsi alla pagina Programmi utili del portale comunale e seguire le istruzioni riportate.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto