Sussidi Malati di Mente

Descrizione

Si tratta di contributi erogati a favore di persone affette da disturbi mentali aventi carattere invalidante, il cui reddito mensile individuale accertato sia inferiore a quanto previsto dagli aggiornamenti annualmente stabiliti con Decreto RAS e che i soggetti siano seguiti dai servizi previsti dall’art. 3 della legge.


Norme procedurali

Per la concessione del sussidio i soggetti interessati devono compilare le domande su appositi moduli e corredarle della certificazione reddituale e sanitaria richiesta.
Le istanze vanno inoltrate all’Ufficio di competenza del Comune che, dopo aver accertato lo stato di bisogno, provvede a richiedere alla ASL, la verifica delle condizione clinica.
La ASL trasmette al Comune le risultanze dell’accertamento formulando il parere obbligatorio sulla opportunità della concessione del sussidio, sulla base del piano d’intervento previsto per ciascun soggetto.
Le domande devono contenere:

  • Le generalità del richiedente, Codice Fiscale
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione inerente la composizione del nucleo familiare e del reddito percepito
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio con il quale si dichiara di non beneficiare di altre forme di assistenza erogate allo stesso titolo

 

Attività collegate

Raccordo con i servizi della ASL per la formulazione del piano d’intervento.

 

Note

I sussidi vengono liquidati periodicamente con Determinazione del Responsabile del Servizio.

 

Normativa di riferimento

  • Piano Socio-Assistenziale dell’Ente
  • Piano Socio-Assistenziale Regionale
  • L.R. 4/88 artt.34, 41
  • DPGR 12/89
  • L.R. 20/97 Art. 6

 


Visualizza in modalità Desktop