Assegno di Maternità Art. 66 L. 448/98.

30 Marzo 2015 - Nuovi Importi

Sono stati pubblicate, sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 70 del 25 marzo 2015, le rivalutazioni, per l’anno 2015, della misura e dei requisiti economici dell'assegno per il nucleo familiare numeroso e dell'assegno di maternità. La variazione nella media 2014 dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi per l'anno 2015 ai sensi dell'art. 13, comma 4, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159 (assegno al nucleo familiare numeroso e assegno di maternità) è pari allo 0,2 per cento (comunicato ufficiale dell'ISTAT del 14 gennaio 2015).

Descrizione
E' una prestazione a tutela delle madri, cittadine italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno, a condizione che non beneficino di un trattamento previdenziale di maternità o beneficino di un trattamento previdenziale ridotto, per ogni figlio nato o per ogni minore ricevuto in adozione e/o affidamento preadottivo;
l’assegno dell’importo massimo di € 278,35 per 5 mensilità (totale € 1.391,75) dal 01.01.2004, viene concesso dal Comune alle madri residenti il cui reddito familiare non superi il tetto previsto dall’ISE (per il 2004 è di € 29.016,13, relativo ad un nucleo di tre persone);
la domanda, compilata su apposito modulo, và presentata all’Ufficio competente entro 6 mesi dalla nascita del figlio e non è cumulabile con l’Assegno di Stato e con i trattamenti previdenziali di maternità;
l’assegno viene concesso dal Comune e pagato attraverso le proprie strutture dall’INPS.

 

Atti connessi

Dichiarazione sostitutiva unica ai fini della individuazione della situazione economica del nucleo familiare (certificazione I.S.E.E.)

 

Normativa di riferimento

  • Legge 23 Dicembre 1998, art. 66 – modificato dall’art. 80 della Legge 388/2000
  • D.P.C.M. 07.05.1999, n. 221
  • D.L. 3 maggio 2000, n. 130
  • D.P.C.M. 21.12.2000 n. 452 (All. A), modificato dal D.M. n. 337/2001 e succ. mod.ni ed int.ni di cui al D.M. 18.01.2002, n. 34

 

Data di ultima modifica: 05/01/2017



Visualizza in modalità Desktop